TRIBUNALE

Una banca sbaglia l'investimento, risarcita una coppia di pensionati ad Enna

di
II magistrato ha dato ragione ad una coppia di pensionati e ha condannato sia l' istituto di credito che il promotore finanziario a rimborsare le «perdite»

ENNA. Una coppia di pensionati nel 2000 ha affidato i risparmi di una vita, in tutto 38 mila euro, a una banca. Ma gli investimenti si sono conclusi in malo modo: in una decina d' anni, oltre a non fruttare niente, sono andati letteralmente in fumo oltre sei mila euro di capitale. Per questo adesso il Tribunale di Enna ha condannato la banca, assieme al promotore finanziario che propose l' investimento agli anziani, a risarcire loro i danni subiti, ovvero il capitale perso per via degli investimenti effettuati. Marito e moglie sono assistiti dall' avvocato Gaspare Agnello, che ha avviato l' azione risarcitoria, facendo approdare questa storia in un' aula di Tribunale.

Il nocciolo della questione è legato al fatto che la banca, secondo quanto è emerso nel corso della causa civile, non ha tenuto conto del fatto che i pensionati non avevano né potevano avere, come è ovvio, una cultura finanziaria tale da capire il tenore degli investimenti che venivano fatti, via via, nel corso degli anni, né il rischio sotteso a questo genere di operazioni. La sentenza, emessa dal giudice del Tribunale di Enna, Davide Giovanni Capizzello, fa riferimento alla giurisprudenza della Corte di Cassazione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X