IL CASO

Dipendenti della Provincia di Enna, i 400 a rischio: «Non voteremo»

di
L’Ente ha comunicato alla Corte dei Conti che sono state avviate le procedure di pre-dissesto

ENNA. Non andare a votare alle prossime elezioni amministrative. È quanto minacciano di fare i poco meno di 400 dipendenti della Provincia tra ruolo e precari, che ieri mattina si sono ritrovati in assemblea, come stavano facendo in contemporanea tutti i loro colleghi delle altre province siciliane, per protestare contro la situazione tanto drammatica quanto paradossale che si è venuta a creare con la soppressione da parte della Regione delle Province.

E tra l'altro mentre la politica continua ad essere latitante e a non decidere la situazione continua ad essere sempre più critica ed a precipitare visto che sempre ieri mattina l'ufficio ragioneria dell'ente ha comunicato alla Corte dei Conti che sono state avviate le procedure di pre-dissesto e quindi se non si troveranno delle soluzioni finanziarie nell'immediato già dal prossimo 30 maggio si avranno le prime ripercussioni sui dipendenti con il non rinnovo dei contratti di lavoro per un primo gruppo dei 110 precari in forza all'ente.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X