CRISI

La sanità ennese perde nove lavoratori

di

ENNA. Committente ed esecutore «palleggiano» sulle competenze ed a pagarne le spese sono i lavoratori con la sospensione dall'attività lavorativa di quasi la metà dell’organico in carico. Succede nella sanità ennese dove la Siram Spa azienda di carattere nazionale che gestisce i servizi tecnologici all'interno dei 4 nosocomi di Enna, Piazza Armerina, Nicosia, Leonforte e tutti gli altri presidi territoriali dell'Asp con una forza lavoro di 24 unità da ieri ne ha messo a riposo 9 mentre se non dovessero cambiare le cose farà lo stesso con i restanti entro il 20. Il motivo è dovuto al fatto che proprio alcuni giorni fa, è terminata la proroga di 45 giorni del contratto triennale scaduto lo scorso 31 marzo.

Ma pare che ad oggi alla società non è arrivata nessuna comunicazione su un eventuale rinnovo del contratto di affidamento del servizio. Ad onor del vero pare che dall'azienda sanitaria si stia preparando una ulteriore proroga di altri 45 giorni, ma non si ha nessuna certezza che al termine eventualmente di questo altro periodo, ci possa essere un ulteriore rinnovo contrattuale o cambio di azienda.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X