L'ALLARME

Caso di brucellosi a Piazza Armerina, scatta il sequestro cautelativo

di

PIAZZA ARMERINA. Caso di brucellosi in un allevamento di contrada Ramata, scatta il sequestro fiduciario del bestiame con ordinanza comunale. Il sindaco Filippo Miroddi ha firmato il provvedimento dopo il parere arrivato nei giorni scorsi dall'ufficio del responsabile del servizio Sanità animale dell'Asp di Enna. Decisivi sarebbero stati gli esami di laboratorio condotti dai funzionari dell'azienda sanitaria su alcuni campioni.

I veterinari avrebbero accertato l'esistenza di un focolaio di brucellosi tra i bovini di un allevamento della contrada, situata tra la città dei mosaici e il capoluogo ennese, in territorio piazzese. E per questo motivo sono subito scattate le misure e la profilassi per il controllo e l'eradicazione della malattia stabilite con norme della Regione Siciliana. Misure stabilite con il proprio provvedimento dal primo cittadino piazzese e notificate al proprietario dell'allevamento che dovrà eseguirle sotto la vigilanza del servizio Veterinario e il servizio di Igiene pubblica dell'azienda sanitaria.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X