IMPRESE

Ferrarelle acquisirà un'azienda di acque minerali a Enna

L'azienda ha varato un maxi investimento di 34 milioni per un impianto di Pet riciclato in Campania, la società di Riardo (Caserta) rilancia sugli investimenti con una concessione regionale per una nuova fonte in Campania e l'acquisizione di un brand delle acque minerali a Enna, in Sicilia, la cui trattativa è giunta alle battute finali

ENNA. Ferrarelle si prepara a rilevare un'azienda di acque minerali a Enna. Dopo aver chiuso il 2014 con 800 milioni di litri imbottigliati e una redditività in netto miglioramento (il Mol consolidato è passato da 9,2 milioni a 13, i ricavi sono stati di 115 milioni e l' utile di 3,4 milioni), l'azienda ha varato un maxi investimento di 34 milioni per un impianto di Pet riciclato in Campania, la società di Riardo (Caserta) rilancia sugli investimenti con una concessione regionale per una nuova fonte in Campania e l'acquisizione di un brand delle acque minerali a Enna, in Sicilia, la cui trattativa è giunta alle battute finali.

"Dopo un pessimo 2013 - spiega al Sole 24 Ore Carlo Pontecorvo, ad e  proprietario di Ferrarelle - nel 2014 abbiamo recuperato parte del terreno perduto. Avevamo perso 70 milioni di litri di acqua, ne abbiamo recuperati la metà nonostante un anno, dal punto di vista climatico, sfavorevole. Il budget 2015 prevede una crescita del 5% a volume, una stima prudenziale, e forti investimenti". La trattativa in Sicilia dovrebbe concludersi entro luglio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X