PERSONAGGIO

Enna, "Mister cravatte" ora è cavaliere

di
Onorificenza al settantaduenne Silvio Fiorello, che negli anni '80 ha lasciato un posto di funzionario del Servizio sanitario nazionale per fare impresa

ENNA. Ventinove anni fa ha deciso di cambiare vita e fondare un'attività produttiva assieme alla moglie, in contrada Moncemino. Ha scelto di investire, con coraggio e determinazione, nella profonda Sicilia, patria del terziario, delle attività economiche perennemente in bilico e della cultura del posto fisso «a tutti i costi». E adesso il settantaduenne Silvio Fiorello, che negli anni '80 ha lasciato un posto di funzionario del Servizio sanitario nazionale per lanciare la sua impresa, è un uomo che ha vinto la propria battaglia personale. È proprietario di un'azienda di successo, che esporta cravatte e accessori in tutto il mondo, dalle più vicine Francia e Svizzera al Giappone, Kazakistan, Russia, Senegal, Usa e Canada.

Ieri ha ricevuto il titolo di «Cavaliere all'Ordine e al Merito della Repubblica Italiana», che gli è stato conferito dal presidente della Repubblica Mattarella e consegnato, in occasione del 2 giugno, dal prefetto di Enna Fernando Guida. Presente ai principali eventi del settore, da Pitti Uomo alle esposizioni di Berlino e Parigi, la sede centrale del Cravattificio Fiorello non si è mai spostata da Gagliano.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X