AMMINISTRATIVE

Ballottaggio a Enna, «caccia» a 6 mila voti da conquistare

di
L’esponente de «L’Altra città» Angelo Girasole, escluso al primo turno, ha incontrato i due candidati in corsa: pronti a decidere chi sosterremo

ENNA. Nell'ambiente politico ennese c'è grande frenesia in queste ore in vista del turno di ballottaggio di domenica 14 e lunedì 15 giugno. In campo Vladimiro Crisafulli per la coalizione che vede alleate le liste di Enna democratica, Torre e Sicilia democratica. Forte di un voto che gli ha regalato il 40,95 per cento, per 5.986 consensi, il leader provinciale del Pd ennese parte certamente in pole position.  Lo sfidante, Maurizio Dipietro, che ha guidato tre liste civiche Patto per Enna, Amare Enna ed Enna rinasce, si è fermato al 24,36 per cento, ottenendo dall'urna 3.561 voti. Fra i due una differenza di 2.425 consensi.

Ma percentuali e voti appartengono ormai al passato, il ballottaggio azzera tutto e i due contendenti si presenteranno alla linea di partenza forti del solo voto personale. Ogni altro consenso va cercato di nuovo. Questa volta però Crisafulli e Dipietro hanno da attingere ad altri due serbatoi quello di Angelo Girasole L'Altra Città, 2.519 voti 17,23 per cento, e Davide Solfato, 2.551 consensi 17,45 per cento. Ballano quindi oltre 6 mila voti che possono determinare qualsiasi risultato. Ecco perché in queste ore incontri e appuntamenti sono diventati frenetici.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X