RIFIUTI

Ancora proteste e polemiche per la situazione di Ennaeuno

di

ENNA. Diverso trattamento nei pagamenti e una parte del personale di Ennaeuno entra in assemblea permanente durante l’orario di lavoro. Dalla tarda mattinata di mercoledì, infatti, circa 150 dei 450 dipendenti della società d’ambito Ennaeuno sono in assemblea permanente.  La decisione è stata presa dopo che le Rsu di Cgil, Cisl, Ugl e Fiadel hanno incontrato il rappresentante legale della società, Antonino Di Mauro, ma sopratutto colui che detiene il «portafoglio», ovvero il commissario straordinario inviato dalla Regione, Eugenio Amato, ed avendo ricevuto in particolare da quest'ultimo cattive notizie sui pagamenti.

In particolare i dipendenti di Ennaeuno che operano nei settori tecnico-amministrativo, servizi provinciali, centri comunali di raccolta e impianto di compostaggio sono in arretrato di diversi mesi oltre a pendenza relative agli anni precedenti mentre la maggior parte del personale operativo, ovvero i netturbini, è in arretrato di non più di due mesi. Una situazione di disparità che il sindacato non riesce a comprendere. Così la decisione di avviare la protesta in attesa che Amato metta in pagamento non meno di 2 stipendi arretrati.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X