RIFIUTI

Aro Nicosia, i sindacati: "Esclusi dalle procedure"

di

NICOSIA. Contestazione di Fit–Cisl, Uil e Fiadel per le procedure di affidamento del servizio di igiene ambientale alla ditta che si è aggiudicata la gara d’appalto dell’Aro Nicosia. Chiedono di essere coinvolte nelle procedure a tutela dei lavoratori. Sono salvi i 25 posti dei netturbini, mentre sono a rischio i 6 amministrativi.

Porta la data di ieri una nota inviata al dirigente dell’Utc Antonino Testa Camillo, responsabile del procedimento, alla Srr di Enna, al commissario straordinario dell’Ato, al direttore generale del Dipartimento regionale Acqua e rifiuti, all’Urega di Enna e Palermo, e per conoscenza al Prefetto, ai sindaci soci dell’Ato, all’assessore regionale all’Energia e servizi di pubblica utilità, alla Procura della Corte dei conti e all’Autorità anticorruzione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X