FORESTALE

Taglia alberi di ulivo, multa da 92 mila euro a leonfortese

di
I campi sradicati per impiantarvi altre colture o per realizzarvi costruzioni senza la necessaria autorizzazione che solo la Camera di commercio concede

LEONFORTE. Ogni albero che ha abbattuto gli costerà mediamente più di seicento euro. La Forestale ha scoperto e emesso una maxi-multa nei confronti di un agricoltore leonfortese che stava tagliando gli alberi di ulivo in contrada Grisa. L'agricoltore, di cui non sono state rese note le generalità, dovrà pagare 92 mila euro. Avrebbe abbattuto 150 ulivi, giustificandosi dicendo che in realtà si trattava semplicemente di una "potatura". L'attività è stata svolta dagli uomini del distaccamento Forestale di Enna, nel corso di un'attività di controllo.

Gli investigatori, grazie alla collaborazione del personale dell'Ispettorato Provinciale dell'Agricoltura - che ha quantificato il valore di ogni pianta di ulivo abbattuta, ai fini della sanzione - hanno multato il proprietario dell'uliveto. Secondo il Corpo Forestale, diretto dall'Ispettore ripartimentale Antonio Viavattene, spesso splendidi «campi d'ulivo sono abbattuti e poi sradicati per impiantarvi altre colture o per realizzarvi costruzioni, senza la necessaria autorizzazione che la Camera di commercio può concedere, se sussistono i requisiti di legge".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X