RIFIUTI

Nicosia, saltata la trattativa sugli operai ecologici

di

NICOSIA. Saltata la trattativa sul passaggio degli operai Ato rifiuti. Alla riunione operativa che si è tenuta venerdì il responsabile dell’Ato ha comunicato che fino a quando la Srr non fornirà riscontri alle richieste sindacali per il passaggio del personale, non sarà possibile formalizzare il passaggio. Sono poi emerse alcune osservazioni da parte delle organizzazioni sindacali in merito alle modalità di predisposizione della gara e quindi potrebbero verificarsi “condizioni di impossibilità” in merito alla regolarità procedurale. Si pongono quindi difficoltà per il servizio di igiene ambientale che sarebbe dovuto passare all’Aro Nicosia già dal primo luglio scorso.
Alla riunione operativa si era arrivati dopo un braccio di ferro, durato pochi giorni, fra amministrazione comunale e sindacati. Inizialmente l’incontro operativo era stato organizzato, era il 25 giugno, solo fra amministrazione comunale, Utc e Ati Multiecoplast e Gilma srl, che p la ditta aggiudicataria dell’appalto, per far partire l’Aro Nicosia. Alla riunione si era parlato anche del personale perché se sono salvi i 25 posti di lavoro degli operatori ecologici che lavorano nel cantiere di Nicosia, sia per i 10 comunali che per i 15 assunti a suo tempo da SiciliaAmbiente, sono invece a rischio, perché non previsti nel Piano economico – finanziario, per 6 amministrativi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X