COMUNE

Enna, in Consiglio il primo nodo è rovente: le tasse

di
Sul tappeto le difficoltà sui mancati introiti per circa un milione di euro per trasferimenti ridotti da parte di Stato e Regione

ENNA. Settimana densa di lavoro per i trenta neoconsiglieri del Comune. Sala d'Euno torna a riunirsi questo pomeriggio alle 18 su convocazione del presidente del consiglio comunale Ezio De Rose. All'ordine del giorno argomenti che cittadini e consiglieri non vorrebbero mai leggere nella programmazione: definizione della tassazione annuale. E infatti i trenta residenti di Sala d'Euno quest'oggi dovranno mettere le mani sull'addizionale Irpef 2015, tasse sui rifiuti, Piano tecnico economico per raccolta e smaltimento dei rifiuti e modifica del regolamento comunale per l'applicazione della Iuc, l'imposta unica.

I consiglieri torneranno a riunirsi, sempre in settimana, venerdì 31 luglio, di nuovo alle 18, per discutere due mozioni. La prima intende prendere posizione sulle problematiche del Servizio idrico integrato e chiede al sindaco Maurizio Dipietro di continuare la battaglia contro Ato idrico e AcquaEnna, mentre la seconda punta a velocizzare sul territorio l'iter dell'Iti, Investimenti integrati territoriali. Per tornare all'ordine del giorno odierno la difficoltà che amministrazione e consiglio debbono valutare riguardano i mancati introiti per circa un milione di euro per trasferimenti ridotti da parte di Stato e Regione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X