IL CASO

Acqua puzzolente dai rubinetti, scatta l’allarme inquinamento a Catenanuova

di
Succede da due mesi a Isola di Niente dove vivono 50 famiglie

CATENANUOVA. L'acqua, quel prezioso liquido che serve per l'igiene della persona, indispensabile per la sopravvivenza di tutti gli essere viventi, necessaria per la pulizia dell'ambiente in cui si vive. Ecco quella, la stessa che paghiamo a peso d'oro con bollette salatissime, in alcune zone del paese si può utilizzare anche per fare i fanghi. Sono alcuni dei commenti, accesi ed ironici, ma non per questo senza rabbia lanciati -sembra al momento - al vento, perchè nonostante da mesi gli abitanti di contrada Isola di Niente denuncino la questione nessuno se ne sta prendendo carico, seriamente. Isola di Niente, nella periferia ovest dell'abitato, conta intorno ad una cinquantina di famiglie. Da due mesi riscontrano esalazioni nauseabonde quando aprono i rubinetti.

"Da due mesi segnaliamo che abbiamo l'acqua che fa puzza di fogna, ma abbiamo riscontrato che non c'è nessun interesse da parte di alcuno per affrontare il nostro problema, anche da parte degli impiegati a cui abbiamo cercato di spiegare che sicuramente c'era un problema tecnico, anzi, infastiditi, ci hanno fatto capire che il problema era nostro - scrive la signora Calì in un post su facebook -. Da una settimana che siamo senza acqua, oggi, dopo essere arrivati all'esasperazione perchè purtroppo per ottenere un diritto si deve gridare forte sono venuti ed hanno riscontrato un gravissimo problema, infiltrazioni di fogna nell'acqua potabile».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X