SPENDING REVIEW

Enna, mozione del Pd per ridurre gli assessori da 6 a 4

di
Primo step, la riduzione di 45 mila euro per la giunta e di seguito un nuovo meno 30% per l'esecutivo di Dipietro che si rifletterà sui consiglieri. Le reazioni: le sarà sfuggito che ci siamo già ridotti le indennità

ENNA. Il Pd e per esso il presidente della terza commissione consiliare Stefania Marino ha presentato una mozione per ridurre i costi della politica. Primo step, la riduzione di 45 mila euro per la giunta comunale per arrivare al costo dell'ultima targata Garofalo, e poi di seguito un nuovo meno 30 per cento per l'esecutivo di Dipietro che a cascata si rifletterà su una flessione del tetto massimo raggiungibile per i consiglieri. La ciliegina la Marino la pone sul numero dei componenti della giunta: «Sei assessori sono troppi, riduciamoli a quattro».

Una proposta che non è piaciuta per niente ai consiglieri che sostengono l'amministrazione: Patto per Enna, Pdr, Amare Enna ed Enna rinasce. Bocciano la proposta Marino con una lunghissima nota nella quale scrivono: «La sconfitta brucia ancora al Pd, in particolare a chi è rimasto fuori, e si dilettano a fornire numeri falsi e demagogici». Entrando nel corpo del documento sottolineano che «bisogna distinguere tra i costi della democrazia e gli sprechi della politica». E quindi via all'attacco: «Alla consigliera Marino sarà sfuggito che sindaco e giunta nell'atto dell'insediamento hanno ridotto le indennità».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X