“Il Natale di Francesco”, a Nicosia torna il presepe vivente - Video

Tramite le diverse scene itineranti, seguendo una guida, i diversi gruppi di pellegrini provenienti da diverse parti della Sicilia hanno potuto rivivere i dubbi, poi la conversione di San Francesco e infine la sua organizzazione di quello che fu il primo presepe vivente della storia

Dopo il grande successo della prima edizione del 2014, è tornato a Nicosia “Il Natale di Francesco”, il presepe vivente allestito presso l’Orto dei Frati Cappuccini di Nicosia, sotto l'organizzazione “di San Francesco” e su regia di Francesco Scarlata e Padre Salvatore Seminara, che hanno curato anche le scenografie e scritto la sceneggiatura. L’evento ha visto la collaborazione della “sand’artist” Stefania Bruno e ha ottenuto il patrocinio del Comune di Nicosia ed un contributo dal Rotary Club di Nicosia.

Tramite le diverse scene itineranti, seguendo una guida, i diversi gruppi di pellegrini provenienti da diverse parti della Sicilia e composti da una cinquantina di persone per volta, hanno potuto rivivere i dubbi, poi la conversione di San Francesco e infine la sua organizzazione di quello che fu il primo presepe vivente della storia.  Passando attraverso un lazzaretto, tra poveri e malati, il percorso itinerante conduce all’Assisi più ricca, di mercanti e locandieri, alternando scene di vita quotidiane a momenti di intense emozioni che gli attori e i figuranti hanno ben saputo trasmettere agli intervenuti.

Novità di questa edizione, la presenza dell’artista Stefania Bruno che, grazie alla collaborazione offerta dalla Georgia Lo Faro Eventi, ha potuto partecipare al presepe con un messaggio conclusivo realizzato lavorando abilmente sul suo piano di sabbie per riprodurre scene di vita di San Francesco.  Grande l’affluenza di pubblico. Presenti nel primo gruppo di pellegrini anche il sindaco di Nicosia, dott. Luigi Bonelli ed alcuni assessori.  Il “Natale di Francesco” verrà riproposto anche nelle giornate del 27 e 28 dicembre a partire dalle ore 18.20 sino alle ore 22,20. Per partecipare occorre una prenotazione chiamando il numero di cellulare 338 2956357.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook