PARTITI

Piazza Armerina, svolta di Miroddi: passa al Pd

di

PIAZZA ARMERINA. Il sindaco Filippo Miroddi passa con il Partito Democratico e annuncia il suo tesseramento al Pd. “La politica del fare del nostro presidente Renzi è quella che da mesi stiamo perseguendo a Piazza Armerina, dove con il gruppo politico dell’area popolare abbiamo di fatto costruito un percorso virtuoso di riforme e progetti come quelli che vedono la ristrutturazione di tutti gli edifici scolastici in linea con quanto perseguito dal governo nazionale e soprattutto dal sottosegretario alla Pubblica Istruzione Davide Faraone, nostro leader in Sicilia”, spiega il primo cittadino, il quale conferma anche di non aver effettuato alcun preventivo passaggio politico con il gruppo politico del Pd della città dei mosaici e con il gruppo consiliare del Pd, forte di quattro consiglieri.

La scelta di Miroddi è stata condivisa e fatta propria anche dai consiglieri comunali Rosa Betto e Ivana Terranova. “Da oggi noi siamo nel Partito Democratico e vogliamo contribuire al suo rilancio nella nostra città, sicuri di avere un certo riferimento nel sottosegretario Faraone e nell’intera area Renzi, con la quale già da tempo vi è stata la convergenza sulle battaglie politiche più importanti per la città ed il territorio (scelta dell’area metropolitana, difesa della sanità, ritorno della gestione pubblica dell’acqua, scelta della SRR CL sud ecc)”. “Su mia proposta, tutto il gruppo politico che fa diretto riferimento a me ha indicato in Toti La Licata il coordinatore portavoce del nostro gruppo, al fine di fortificare il dialogo con il partito attualmente commissariato”, dice Miroddi. Il Pd a Piazza fino ad oggi è stato all’opposizione e per questo si apre ora un’imbarazzante coabitazione nella sinistra armerina.

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X