IL PROVVEDIMENTO

Troina, telecamere contro l’abbandono dei cani

di

TROINA. Con l’approvazione di un apposito regolamento il consiglio comunale di Troina avvia la linea dura contro chi getta rifiuti in maniera incontrollata e abbandona gli animali. I responsabili, che saranno rintracciati con un sistema di videosorveglianza mobile, rischiano multe fino a 500 euro e per chi abbandona gli animali si profila anche la denuncia penale. Nella seduta del 29 dicembre il consiglio comunale di Troina ha approvato all’unanimità il regolamento che disciplina le modalità di gestione dell’impianto di videosorveglianza mobile, dei dati sensibili e della privacy, delle immagini registrate dalle telecamere.

Il Comune ha, recentemente, acquistato 3 telecamere mobili, che verranno utilizzate dalla polizia municipale e saranno installate, e opportunamente mimetizzate, in prossimità di discariche a cielo aperto e dei cassonetti dei rifiuti dove, su specifiche segnalazioni, si registrino casi di abbandono di rifiuti e di cuccioli appena nati. Come si sa a Troina si sono registrati molti casi di abbandono indecoroso di rifiuti urbani, in particolare di imballaggi, elettrodomestici, inerti e ingombranti, sul suolo pubblico e in prossimità delle strade, dove rimangono fino alla raccolta, offrendo però uno spettacolo squalificante per la città che sta investendo sul rilancio turistico, ma costituendo anche un rischio e un pericolo per l’igiene e la sicurezza pubblica.

«Una comunità come la nostra che sta puntando molto sul decoro urbano e sulla pulizia – dichiara il sindaco Fabio Venezia - non può sottostare agli atti di inciviltà di alcuni barbari che non rispettano le regole, arrecando danno all'ambiente. Visto che alcuni irriducibili, nonostante i richiami al senso civico, si ostinano ad abbandonare rifiuti e, peggio ancora, cuccioli appena nati in prossimità dei cassonetti della spazzatura, abbiamo deciso di adottare la linea dura – sottolinea Venezia - intervenendo con le telecamere mobili». L’iniziativa nasce infatti con l’obiettivo di attivare uno strumento efficace di prevenzione per ricostruire la dinamica di atti vandalici o azioni di teppismo, in modo tale da consentire un intervento della polizia municipale o delle altre forze dell’ordine a tutela del patrimonio pubblico, ma anche prevenire atti di vandalismo e danneggiamento agli immobili, degrado ambientale e disturbo della quiete pubblica.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X