SANITA'

L'Asp di Enna: rafforzata la rete ospedaliera. S'inasprisce lo scontro con i sindaci

di

ENNA. Le polemiche sull' Atto aziendale sottoscritto dal vertice dell' Asp continuano ad imperversare. I sindaci hanno manifestato il loro disappunto. Tra gli altri il primo cittadino di Enna Maurizio Dipietro è andato giù duro affermando che l' ospedale locale è stato indebolito e che non c' è garanzia di mantenere in attività quelli di Leonforte e Piazza Armerina. "Sono stati creati- dice Dipietro- ospedalini a tutto vantaggio della sanità nissena".

Affermazioni forti che non sono piaciute per nulla alla Direzione aziendale dell' Asp che ha sottoscritto un documento nel quale puntualizza che "l' Atto aziendale è sta to inviato con pec a tutti i sindaci" per informare tempestivamente la loro Conferenza "al fine di suggerire correttivi e integrazioni, prima dell' invio alla Regione per l' approvazione. Nessun rilievo o suggerimento è pervenuto sull' Atto in questione". Il vertice dell' Asp ha da dire la sua anche sugli aspetti tecnici. Il primo Atto, anch' esso criticato dalla conferenza "sosteneva quanto richiamato dal sindaco di Enna ai punti 1 e 2 del Decreto Balduzzi". Venivano "ben delineati il ruolo di ospedale capofila" per l' Umberto I di Enna e di ospedale di base per le zone disagiate del presidio di Nicosia".

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X