IL CASO

Demolita la chiesetta di Kamut a Enna, scattano esposti

di

ENNA. Sono già due le denunce presentate per il crollo dell'antica chiesetta di Kamut, che sarebbe stata demolita, accidentalmente, durante alcuni lavori. Si tratta di due esposti, presentati dal proprietario della chiesetta, un ennese che ha saputo del crollo solo qualche giorno fa e si è presentato immediatamente ai carabinieri assieme al suo legale, l'avvocato Marianna Grimaudo, per chiedere di fare chiarezza su quanto avvenuto; e dal circolo Erei di Legambiente.

Il proprietario della chiesa, per il momento, chiede di non figurare direttamente. "Chiediamo che venga individuato il responsabile e che il mio assistito ottenga il risarcimento per equivalente del danno subito - afferma l'avvocato - o il restauro della chiesetta Kamut, patrimonio dell'intera città e della provincia di Enna".

Sulle prime era circolata la notizia, rivelatasi imprecisa, che il proprietario fosse un ennese che vive fuori. L'altro esposto, come detto, è stato presentato dal circolo di Legambiente presieduto da Giuseppe Maria Amato, che ha dato mandato all'avvocato Gaetano Cantaro, lo stesso avvocato che, per conto dell'associazione Sicilia Antica, due anni fa ha fatto partire, tramite un esposto, l'inchiesta che ha portato al sequestro del cantiere dei lavori di messa in sicurezza del costone nord-ovest del Castello di Lombardia, un'indagine che è condotta dalla Guardia di Finanza.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X