COMUNE

Bollette Tarsu a Enna, il consiglio comunale vuole temporeggiare

di

ENNA. Il consiglio comunale sulle bollette Tarsu 2009/2010 ha deciso di temporeggiare in attesa del parere dell'esperto tributarista Roberto Pignatone. Dirà la sua sulla legittimità o meno della richiesta di pagamento nei confronti dei cittadini per la gestione del servizio rifiuti da parte del Comune. E per il momento il sindaco Maurizio Dipietro ha congelato tutto. Un'attesa che non piace assolutamente ad Assoconsumatori, anzi la ritiene inutile.

«Il cosiddetto temporeggiamento - dice il presidente Pippo Bruno - non ha una sua fondatezza considerato che la Commissione tributaria provinciale ha deciso e da tempo. Le tariffe Tarsu approvate dalla giunta comunale sono illegittime». Il pomo della discordia stà proprio qui. La bollettazione 2009/2010 venne approvata dalla giunta Agnello quando invece doveva essere approvata, secondo la Commissione tributaria, dal consiglio.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X