LAVORO

Da 5 mesi senza stipendi, dipendenti dell'Ato di Enna in guerra

di

ENNA. Una tragedia divenuta ormai una “prassi consolidata”. Si può commentare in questo modo l'ennesima protesta di una trentina lavoratori del comparto dei rifiuti che da lunedì scorso sono in assemblea permanente all'interno degli uffici di Ennaeuno di Corso Sicilia ed è molto probabile che lo rimarranno anche oggi. Il motivo della protesta tanto per cambiare è sempre lo stesso, il ritardo atavico degli stipendi giunto o ormai a quasi 5 mesi ma ancor di più il diverso trattamento di pagamento tra i lavoratori.

Infatti all'interno della stessa società dove circa 450 dipendenti tra operativi, amministrativi, tecnici ed altre figure, c'è chi con i pagamenti è quasi in regola c'è chi invece come quelli che protestano circa una sessantina interessati tra amministrativi, tecnici, servizi provinciali e Ccr, che invece sono fermi a ottobre. Tutto ciò che nella gestione finanziaria del servizio ogni comune socio di Ennaeuno che per legge dovrebbe versare mensilmente il quanto gli spetta per legge per il servizio ricevuto, si comporta da “repubblica indipendente”.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X