COMUNE

Ultimatum a Piazza Armerina: "L'amianto va subito tolto"

di

PIAZZA ARMERINA. Il Comune invita tutti, privati ed enti pubblici, ad autodenunciare entro un mese la presenza di amianto negli edifici di proprietà, pena sanzioni gravi. Un avviso pubblico sul sito istituzionale dell’ente ha disposto l’obbligo a tutti i soggetti pubblici e privati proprietari di siti, edifici, impianti, mezzi di trasporto, manufatti e materiali con presenza di amianto di darne comunicazione all'Arpa territorialmente competente, indicando tutti i dati relativi alla presenza di amianto.

Allo stesso obbligo sono tenuti i soggetti imprenditoriali che secondo la normativa vigente svolgono attività di bonifica e smaltimento dell’amianto. In ogni caso, qualora i materiali contenenti cemento amianto siano in condizioni di deterioramento tale da rappresentare grave rischio per la salute pubblica, i soggetti proprietari sono tenuti ad attuare, con urgenza, gli interventi rimozione e bonifica previsti dalla normativa. Per la consegna dei moduli da compilare, così come per le modalità di compilazione, ci si può rivolgere agli uffici comunali di via Generale Ciancio, o scaricare la documentazione dal sito internet comunale. Ma ad essere ricoperti di amianto sarebbero anche alcuni immobili comunali, come la palestra ex Itis di piazza Falcone Borsellino.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X