SANITA'

Il pronto soccorso di Enna sotto osservazione

di

ENNA. Il direttore del presidio ospedaliero Umberto I° di Enna Rosario Cunsolo ha preso diegi giorni di tempo, da mercoledì scorso, per riferire all'Oes, osservatorio ennese sulla sanità, sugli interventi operati e programmati al Pronto soccorso. Dell'Oes, organo di Sala d'Euno, oltre al presidente De Rose, fanno parte i consiglieri Maurizio Bruno, Dante Ferrari, Emilia Lo Giudice, Stefania Marino e Giuseppe Savoca.

A supporto gli esperti Nello Savoca e Totò Barbera. Il dirigente sanitario ha preso impegno mercoledì pomeriggio, aperto alle 15,30, a palazzo di città nel corso di una riunione. Le principali problematiche del Pronto soccorso sollevate e trasmesse dall'Oes a Cunsolo sono quattro. Riguardano i locali di degenza ritenuti inadeguati e promiscui. In atto c'è un ambiente unico e bagni in comune. «Rileviamo - dicono i consiglieri - assoluta mancanza di privacy, postazioni letto non confortevoli e pazienti non adeguatamente assistiti dall'obbligatoria strumentazione, quali gas medicali in testa». ù

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X