POLIZIA

Nicosia, palestra e furto d’acqua: si fa chiarezza

di
A fare scattare i controlli era stato lo stesso Istituto di credito, che aveva visto lievitare i costi dell’utenza idrica: un gestore è già stato denunciato

NICOSIA. Il caso ha voluto che ben due palestre cittadine abbiano sede sopra i locali di un istituto bancario e proprio per questo sta facendo molto discutere, in città, la notizia del furto d’acqua dalla cisterna di una banca da parte del gestore di una palestra cittadina che è stato denunciato a piede libero.

La notizia, per la quale la polizia che ha espletato tutte le indagini e denunciato il gestore della palestra del quale non sono state rese note le generalità, rischia di creare fraintendimenti e così, per fare chiarezza, Salvatore Parisi gestore di una delle due palestra, in via Vittorio Emanuele, ha voluto dichiarare la propria estraneità alla notizia diffusa ieri.

«Per mandato ricevuto dal signor Salvatore Parisi, titolare della Associazione Fisiodynamic e della palestra sita in Nicosia alla via Vittorio Emanuele 100 - scrive in una nota l’avvocato Filippo Giangrasso, legale di Parisi - si precisa che sia il signor Parisi Salvatore che la Associazione Fisiodynamic sono assolutamente estranei alla vicenda legata al furto d’acqua.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X