IL CASO

Villa Romana di Piazza Armerina, scontro sulla chiusura degli uffici

di

PIAZZA ARMERINA. «Gli uffici della Villa Romana nella città dei mosaici non si toccano». Duro monito della commissione consiliare Turismo nei confronti del governo regionale per il paventato trasferimento della sede direttiva del sito Unesco a Enna, negli uffici della Sovrintendenza, con conseguente perdita di autonomia del Parco archeologico.

Il riordino degli assetti organizzativi dei dipartimenti proposto dalla Regione e già avviato a Gela secondo i consiglieri non giustificherebbe tale operazione. «La Villa romana è elemento connotativo della nostra città ed è impensabile che si stravolga l'assetto culturale di un territorio solo per ipotetici risparmi nella gestione», scrive Manlio Marzullo, presidente della commissione.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X