COMUNE

Enna, Marino: "Servizi per i disabili non ancora attivati"

di

ENNA. Dal luglio scorso è bloccata l'attività di seminterrato diurno del Csr, consorzio siciliano di riabilitazione. Ventidue disabili sono senza terapie e un gruppo di operatori senza lavoro.

L'attività è stata sospesa poiché il Comune per due anni, 2013 e 2014, non ha provveduto ad erogare quanto promesso. Adesso, con la nuova gestione del sindaco Maurizio Dipietro, c'è più di una promessa. Nel bilancio di previsione 2015 è stata inserita la somma di 20 mila euro per riattivare i cicli di assistenza ma ad oggi l'attività non è stata ripresa. Ma dentro palazzo di città c'è un certo fermento.

E non a caso il presidente della terza commissione consiliare Stefania Marino Pd ha più volte alzato la voce e convocato sedute sul problema. Ma di concreto ancora nulla. «Non capisco - dice la Marino - noi ci siamo impegnati tanto per trovare questa somma e inserirla nel bilancio e ancora oggi mi ritrovo famiglie che si lamentano perché il servizio non è stato riattivato. L'assessore Giusi Macaluso prende tempo senza che una soluzione venga offerta a chi ha bisogno delle terapie».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X