COMUNE

Malattie sospette a Enna: «Nulla a che vedere con le rotazioni»

di

ENNA. Il sindaco Maurizio Dipietro e il segretario aziendale della Cgil Luigi Savoca non credono che i 46 dipendenti comunali su 290 che hanno presentato in questi giorni certificato medico lo abbiano fatto per protestare contro la rotazione del personale. Un dato tanto ampio, un quinto dei dipendenti comunali in malattia, ha fatto comunque rumore anche perchè è innegabile che l'idea della rotazione non sia accettata da tutti e i mugugni sono presenti.

Dopo ventiquattrore dalla diffusione della prima notizia sulle «malattie sospette» amministrazione e sindacato tendono a raffreddare l'ambiente e riportare il tutto nell'area dell'ordinarietà. Tra l'altro Dipietro non è neppure in possesso di dati certi: «Non ho avuto in tal senso nessuna comunicazione ufficiale. Domani al rientro in ufficio andrò a verificare questi numeri per capire meglio come stanno le cose».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X