COMUNE

Piazza, scontro fra animalisti sui randagi

di

PIAZZA ARMERINA. Sala delle Luci punta sulla lotta al randagismo, sottoscrivendo un protocollo d'intesa con un ente animalista. Ma un'altra associazione animalista diffida il Comune, chiedendo l'immediata revoca del protocollo e minacciando di adire l'autorità giudiziaria. Rischia di sfociare in un contenzioso il contrasto ai quattrozampe senza fissa dimora della città. L'amministrazione comunale, con propria delibera, ha dato il via libera al progetto di lotta al randagismo che prevede l'accordo con l'Enpa, l'ente nazionale per la protezione animale, autorizzando l'associazione, con l'assistenza dei vigili urbani, a prelevare i cani randagi che si trovano ricoverati presso i canili convenzionati e a trasferirli presso un rifugio Enpa del Nord Italia.

Randagi che poi dovrebbero essere progressivamente assegnati ai privati attraverso una costante politica di adozione, cui si aggiungerebbe anche un programma di sterilizzazioni. Il protocollo prevede un rimborso spesa giornaliero per la custodia di un cane di ogni taglia di 2.45 euro, un numero massimo di presenze annuali di 16 mila cani e una spesa massima annuale di 39.200 euro. Secondo un'altra associazione, Animalisti Italiani, ex Lav di Enna, tale accordo, però, sarebbe illegittimo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X