TRIBUNALE

Processo per estorsione e usura: in appello pena ridotta per un imprenditore agricolo di Enna

di

ENNA. Sconto di pena in appello per Maurizio Nicosia, l’imprenditore agricolo pregiudicato condannato in primo grado otto anni per estorsione e usura nel processo “Sole Nero”, giunto a seguito dell’omonima operazione condotta dagli agenti della Squadra Mobile. La Corte d’assise di appello di Caltanissetta ha ridotto la pena a 5 anni e 6 mesi di reclusione, accogliendo in parte le ragioni del suo avvocato, il penalista Antonio Impellizzeri.

La sentenza, emessa dalla prima sezione della Corte nissena, presieduta da Salvatore Cardinale, giudici Miriam D’Amore e Giovanni Tomaselli, è uscita nella tarda serata di venerdì, ma la notizia è trapelata solo ieri. Per Nicosia, il Pg Ferdinando Asaro aveva chiesto la conferma della pena inflitta in primo grado.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X