OPERE PUBBLICHE

Il palazzetto dimenticato, sì ai lavori a Leonforte

di

LEONFORTE. È costato oltre un milione di euro, denaro con cui fu progettato, appaltato e quasi completato, tra la fine degli anni ’90 e i primi anni Duemila, nella periferia del paese. Ma solo adesso, a quindici anni da quando il cantiere fu chiuso, nel Palasport di contrada Bafurdo – per tanto tempo abbandonato, in balìa delle intemperie e dei vandali – sono stati avviati dei lavori di messa in sicurezza e recinzione.

L’ex Provincia, che ha realizzato la struttura, ha affidato queste opere all’impresa Orazio Risiglione di Catenanuova, che ha cominciato a lavorare proprio ieri mattina. L’intervento dovrebbe esaurirsi in un paio di mesi, ed è una notizia importante e positiva, perché finalmente il palasport sarà chiuso ai vandali. E, soprattutto, questi lavori potrebbero preludere – quantomeno ad ascoltare i ”rumors” provenienti da Enna – al completamento dell’opera. La vigilanza non c’è più da diverso tempo. Ora l’impresa, come detto, è al lavoro per recintare la struttura.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X