CHIUSO PER DEBITI

Piazza, sciopero della fame degli ex operatori della casa di riposo

di

PIAZZA ARMERINA. Catene, rabbia e sciopero della fame. È iniziato così, ieri mattina, il sit-in di protesta di un gruppo di ex lavoratori della Casa di Riposo San Giuseppe di Piazza Armerina, l’istituto assistenziale di Piano Sant’Ippolito che ha chiuso i battenti da ormai un anno dopo aver accumulato troppi debiti.

Gli ex dipendenti, ormai rimasti senza lavoro e senza ammortizzatori sociali, vantano stipendi arretrati per decine e decine di migliaia di euro, in molti casi anche per 40, 50 e 60 mila euro. Uno striscione con scritto «Sciopero della fame» attaccato accanto all’ingresso sbarrato del centro assistenziale, alcune sedie bianche, e l’inizio di quella che si profila come una lunga attesa che la situazione possa sbloccarsi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X