COMUNE

Rifiuti, a Pietraperzia scoperti i "furbetti della Tari"

di

PIETRAPERZIA. Sono stati scoperti dal Comune diversi "Furbetti della Tari". Avrebbero dichiarato che, nelle rispettive case, abitava una sola persona per pagare meno come quota variabile nel calcolo Tariffa Rifiuti, Tari. Ora il Comune è intenzionato a chiedere loro il pagamento di quanto dovuto. Intanto i consiglieri comunali di opposizione contestano le tariffe Tari che sarebbero, a loro dire, superiori del 15 per cento rispetto al passato.

In un loro comunicato affisso in piazza Vittorio Emanuele si legge: "Taricurdi cchi dicivanu ? Aumentano la Tari e pensano di prendere in giro il popolo". "Hanno inviato le bollette dell'anticipo - si legge ancora nel comunicato dell'opposizione consiliare - con lo stesso importo del 2015. Ma invece del 70 per cento (2015) si pagherà il 60 per cento". E continuano: "La sorpresa sarà quando arriverà il saldo con l'aumento del 15 per cento sul totale. Pensano che il cittadino sia un idiota".

Nella tabella sono poi fatti i confronti tra il 2015 e il 2016. Per "abbellire" il cartellone, è stata inserita, in alto a destra, un'immagine a colori di Pinocchio con il naso allungato. Al j'accuse dei consiglieri comunali di opposizione risponde, senza mezzi termini, il sindaco Antonio Calogero Bevilacqua.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X