SERVIZI

Scuola, assistenza ai disabili interrotta: madri testimoni in Procura

di

ENNA. La Procura ha delegato alla sezione di Pg della Polizia di Stato l'indagine per interruzione di pubblico servizio aperta, a seguito di un esposto, sui ritardi del servizio di assistenza alla comunicazione in classe per bambini e ragazzi non udenti, 18, che frequentano le scuole di ogni ordine e grado della provincia di Enna.

E così ieri, su delega del sostituto procuratore Giovanni Romano, sono state convocate in Procura due mamme, sentite come persone informate sui fatti al terzo piano del Palazzo di Giustizia. Un esame sul cui contenuto vige il più stretto riserbo. Le mamme, a ogni modo, vengono sentite come testimoni, anche perché sono tra coloro che hanno presentato un esposto, per segnalare ciò che sta accadendo ai loro bambini.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X