PROCURA

"Truffa all'Agea", nove rinviati a giudizio a Enna

di

ENNA. Si è chiusa con nove rinvii a giudizio l’inchiesta della Procura di Enna su una presunta truffa ai danni dell’Agea, l’agenzia che eroga i contributi per l’agricoltura, compiuta tramite falsi contratti di affitto. Il raggiro avrebbe fruttato complessivamente, agli imprenditori coinvolti, qualcosa come 80 mila euro in pochi anni, tra aiuti per l’agricoltura e gasolio a prezzi agevolati.

Il processo si sarebbe dovuto aprire ieri dinanzi al giudice monocratico Giuseppe Tigano, ma è slittato per l’assenza giustificata di un difensore. Fra gli imputati, oltre agli imprenditori, ci sono anche coloro che, a vario titolo, li avrebbero in qualche modo aiutati: le accuse, a vario titolo, sono truffa, falso ideologico, falso materiale e favoreggiamento. Sono Salvatore, Roberto e Massimiliano Lo Coco, Salvatrice Marotta, Maria Bonaffino e Maria Angela Sorrentino, Angelo Cocuzza, Carmelo Amoruso e Giuseppe Militello.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X