PALAZZO DI GIUSTIZIA

Camera penale di Enna, «sì» allo sciopero contro la riforma della prescrizione

di

ENNA. Anche a Enna sarà stop ai processi penali dal 24 al 26 maggio. La Camera penale ennese ha aderito all’astensione dalle udienze proclamata dall’Unione delle camere penali, contro la riforma della prescrizione. Una riforma che, secondo il consiglio della camera ennese, «non accorcia ma allunga i tempi del processo». Ad annunciare l’adesione all’astensione è stato il consiglio della Camera, presieduto da Michele Baldi e composto da Andrea Di Salvo (segretario), Gianfranco D’Alessandro (tesoriere), Paolo Giuseppe Piazza e Luigi Spinello (consiglieri).

Gli avvocati penalisti, sostanzialmente, contestano lo slogan “prescrizione più lunga e processi più brevi”, che definiscono “un ossimoro” per coprire le carenze organizzative, che invece sarebbero la vera ragione per cui oltre il 70 per cento dei processi si prescrivono già “nel corso delle indagini preliminari”. Questa riforma, secondo le toghe, allunga i tempi del processo, violando “la presunzione di innocenza e il diritto alla vita degli imputati”. Inoltre gli avvocati penalisti contestano le norme sulle intercettazioni, che non garantirebbero “la riservatezza”.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X