COMUNE

Nicosia, i contrattisti in stato di agitazione

di

NICOSIA. I precari comunali in stato di agitazione contro le recenti decisioni della Regione che li taglia fuori. A scricchiolare, dicono, è il loro futuro. Si tratta di 50 dipendenti, contrattisti, a tempo determinato in servizio da almeno un ventennio al Comune di Nicosia. Fanno di tutto e nella stragrande maggioranza dei casi reggono gli uffici dove, ormai da anni, il personale che va in pensione non viene reintegrato.

Dal 2001, poi nel 2002 e quindi nel 2007, sono stati contrattualizzati, con un contratto che dopo tre anni, a norma di legge, prevedeva la stabilizzazione. Ma per loro la stabilizzazione è sempre sfumata, e adesso che la Regione con la Finanziaria, taglia i fondi per continuare a pagarli il loro futuro diventa sempre più incerto.
«Ci sfruttano da 20 anni- dicono i lavoratori riuniti in assemblea sindacale - e adesso rischiamo di rimanere in mezzo ad una strada».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X