TRIBUNALE

Intascava soldi di bollette pagate, amministratore a processo a Valguarnera

di
Era amministratore di tre società di servizi postali

ENNA. Approda in Tribunale il processo all'amministratore di tre società di servizi postali della provincia, che avrebbe intascato i soldi delle bollette pagate dagli utenti. Sarà processato a partire da domani per peculato Vincenzo Marchì, valguarnerese di 60 anni difeso dall'avvocato Sinuhe Curcuraci.

Secondo l'accusa, le persone si presentavano in buona fede agli sportelli delle sue società e lui, anziché pagare gli enti che emettevano bollette o fatture di vario tipo, teneva per sé i soldi. Il rinvio a giudizio del Gup di Enna Calogero Commandatore risale allo scorso novembre. Si aprirà dunque domani, di fronte al Tribunale collegiale di Enna, presieduto dal giudice Giuseppe Tigano, il processo a Marchì. L'ipotesi di peculato viene contestata in relazione a ben 59 tra bollette e fatture, la maggior parte delle quali ai danni di diversi clienti.

Secondo gli inquirenti, l'imputato avrebbe trattenuto i soldi riscossi per conto delle società pubbliche creditrici di bollette o fatture varie: avrebbe fatto sparire in tutto 116.298 euro dal novembre 2010 al febbraio 2011.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X