eccellenza, leonfortese calcio, Enna, Sport
ECCELLENZA

Leonfortese, l'ombra della cessione: Buono atteso in città

di

LEONFORTE. Dovrà ripartire dal prossimo campionato di Eccellenza ricostruendo una squadra competitiva che la possa fa ritornare presto in serie D. È già tempo di programmare la nuova stagione 2016/2017 per la Leonfortese del presidente Nuccio Buono fresca di retrocessione dopo aver perso il match di play -out casa lingo dello scorso 29 maggio contro la Gelbison Valle di Lucania.

In un match da dentro o fuori e con due risultati utili su tre, la squadra del tecnico Gaetano Mirto pur disputando una buona prestazione, non è riuscita ad evitare un ko interno che di fatto l' ha condannata all' amaro verdetto. Una giornata tutta da dimenticare per la società del presidente Nuccio Buono, per l' intera città, per i tifosi ma anche per dirigenti, tecnico e giocatori, insomma una pagina triste per l' intero sport ennese. Dopo due stagioni consecutive nel massimo torneo dilettantistico, la Leonfortese ritorna in Eccellenza.

I tifosi a fine gara hanno manifestato tutta la loro delusione, soprattutto quando i ragazzi di Mirto, sotto immeritatamente al 18', avevano avuto l' occasione per pareggiare e per accedere ai supplementari con un calcio di rigore poi fallito dal centravanti Gaetano Lo Coco. I giocatori ci hanno provato in tutti i modi, sicuramente la sorte non è stata dalla loro parte visto che le conclusioni della squadra leonfortese sono state davvero tante.

Dall'altra parte, la concretezza è stata alla base del successo della Gelbison che pur non facendo una bella partita, ha sfruttato una delle poche occasioni avute. Intanto ad una settimana dall'ormai ultima apparizione in Serie D della Leonfortese in questa stagione agonistica, è già tempo di programmare. I tifosi si chiedono innanzitutto se il presidente Buono continuerà a guidare la squadra iscrivendola da protagonista in un torneo di Eccellenza e per puntare dritti ad una nuova promozione oppure, se il numero uno biancoverde che aveva più volte fatto sapere lo scorso anno di essere disponibile a farsi da parte rimanendo sempre all'interno della società ma con un ruolo più defilato, possa magari vendere. Fino a qualche mese fa si vociferava che una cordata di imprenditori avrebbe potuto rilevare parte della società ma di fatto la notizia non è stata poi confermata.

I giocatori, messa da parte la stagione fallimentare, sono adesso in vacanza. Il difensore Angelo Castro intervistato, ha fatto un passo indietro analizzando la recente annata conclusasi con la retrocessione in Eccellenza. «Sono amareggiato per come è finita la stagione - dice Castro - ci abbiamo provato con tutte le nostre forze ma non ci siamo riusciti. Mi dispiace che sia finita così perché dopo un anno passato con persone splendide e dopo tanti sacrifici è deludente retrocedere così immeritatamente. Per quanto riguarda il mio futuro vedremo, non escludo per il momento niente».

Allo stato attuale, tutti si chiedono quale sarà il futuro della Leonfortese e soprattutto che tipo di campionato sosterrà? Questo si scoprirà soltanto tra qualche settimana, a giorni dovrebbe tenersi un tavolo tecnico con in testa il presidente Buono atteso in città nelle prossime ore.

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati