UMBERTO I

Tagli all'ospedale di Enna, medici in agitazione

di

ENNA. I medici dell' Umberto I proclamano lo stato di agitazione e richiedono entro il 17 giugno un incontro urgente con la direzione aziendale di viale Diaz. Al momento nessuno sciopero in vista ma presto un incontro anche con il Prefetto di Enna. Le sigle sindacali Aaroi, Anaao, Cisl-Medici, CgilMedici, medici e non si sono riuniti in assemblea per discutere di gravi criticità riscontrate dai camici bianchi e del personale non medico all' interno del nosocomio di contrada Ferrante.

Al centro del dibattito e quindi i motivi al centro di questo allarme riguardano: la reperibilità diurna, infatti quest' ultima, con una recente nota dell' Asp è stata dichiarata illegittima ed a sentire le sigle sindacali questo farebbe sì che diventi impossibile garantire la continuità assistenziale, vanificando quindi la naturale vocazione del presidio di Enna bassa ovvero quello di presidio per l' emergenza. «Anche se non saremo pagatati - commentano i medici - garantiremo la reperibilità ed eviteremo di interrompere un pubblico servizio garantendo i cittadini».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X