COMUNE

Casa di riposo indebitata e chiusa: a Piazza protestano i dipendenti

di

PIAZZA ARMERINA. Casa di Riposo indebitata, chiusa e ora trasferita con i dipendenti al patrimonio comunale, ma il personale dice no alla commissione consiliare d' inchiesta proposta da alcuni esponenti politici vicini all' amministrazione comunale. È una vera e propria pentola a pressione la vicenda San Giuseppe, dopo la decisione della Regione di trasferire con decreto i 4 milioni di euro, i dipendenti e il patrimonio dell' istituto assistenziale al Comune armerino che ora rischia seriamente il dissesto finanziario.

Mentre il sindaco Filippo Miroddi ha già annunciato il ricorso al Tar contro la decisione regionale, il consigliere comunale Francesco Alberghina, esponente del gruppo «Patto per la città» ha proposto di istituire una commissione consiliare di inchiesta sulla gestione della Casa di Riposo. Un' ipotesi che ha subito innescato la reazione del personale di ruolo dell' istituto assistenziale.

«In primo luogo facciamo notare che nessuna commissione consiliare avrebbe in ogni caso diritto ad accedere alle scritture contabili dell' Ipab, visto che è sola ed esclusiva competenza degli uffici regionali», scrivono i dipendenti.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X