A 4 MESI

Centro scommesse non autorizzato, 2 condanne a Enna

di

ENNA. Avrebbero raccolto scommesse sportive per conto di una società maltese, che non è stata ammessa dall'Amministrazione dei monopoli in Italia, perché non ha dimostrato un' adeguata capacità economico -finanziaria. Per questo sono stati condannati a 4 mesi di reclusione, con pena sospesa, due giovani gestori di un' agenzia di scommesse di Enna, accusati di aver "gestito un'attività organizzata al fine di accettare e raccogliere per via telematica scommesse connesse ad eventi sportivi".

Erano stati denunciati a novembre 2013. Il loro difensore, l' avvocato Erminio Cimino, aveva chiesto l' assoluzione piena, anche alla luce del diritto comunitario. E ora si prepara ad impugnare il verdetto in appello, perché la sentenza è già stata depositata, dal giudice Alessandra Maira. La questione, infatti, è controversa e investe temi del diritto internazionale, che sono motivi di un ricorso di alcuni tribunali d' Italia, che è tuttora pendente alla Corte di Giustizia europea.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X