CARABINIERI

"Violenza alla compagna", un arresto a Enna

di

ENNA. Litiga animatamente con la fidanzata in mezzo alla strada. E quando i carabinieri, avvertiti da un testimone, intervengono e allontanano precauzionalmente la giovane, lui decide, per ritorsione, di sabotare i freni della sua macchina, facendole rischiare un incidente. Per questo, dopo un pomeriggio di ordinaria follia, venerdì sera i carabinieri hanno arrestato un quarantaquattrenne incensurato di Enna, posto agli arresti domiciliari. Tra le accuse, oltre a violenza privata, danneggiamento aggravato e disturbo alle persone (il vecchio reato contravvenzionale di molestie), c' è anche resistenza a pubblico ufficiale.

A stringere le manette ai polsi dell' uomo sono stati i militari dell' aliquota radiomobile, diretti dal comandante della Compagnia di Enna, il maggiore Daniele Puppìn. Secondo quanto ricostruito dai militari, tutto ha inizio a metà pomeriggio. Il compagno raggiunge la giovane sul posto di lavoro, chiedendole insistentemente di parlare, nonostante i colleghi di lei cerchino di dissuaderlo, facendogli notare che non è il momento opportuno.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X