POLIZIA

«Era il complice»: arresto per droga a Barrafranca

di

BARRAFRANCA. La Squadra Mobile ha arrestato il presunto complice di Alessandro Canale, il trentaseienne catturato il 19 maggio nell' ambito del più grosso sequestro di stupefacenti mai avvenuto in Terra ennese: ben mezza tonnellata di marijuana coltivata in una serra di contrada Camitrice.

Adesso è finito agli arresti domi ciliari, su ordinanza del Gip Luisa Maria Bruno - chiesta dal sostituto procuratore Giovanni Romano - Luca Canale, 26 anni, fratello minore di Alessandro, accusato degli stessi reati del fratello. È il seguito dell' operazione Green Farm, coordinata dalla Procura e condotta dalla sezione Criminalità organizzata della Squadra Mobile, diretta dal vicequestore Gabriele Presti.
Dei 520 chili sequestrati, 120 erano già confezionati e 400 ancora nelle 175 piante, alte in media da uno e settanta a due metri. Inoltre, fecero notare gli agenti, fu posto sotto sequestrato materiale per la coltivazione, la produzione, la raffinazione e il confezionamento della droga.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X