IL CASO

Pietraperzia, ferisce due carabinieri: condannato

di

PIETRAPERZIA. Si presenta in caserma e chiede ai carabinieri di arrestarlo. E quando cercano di spiegargli che non si può arrestare chi non ha commesso alcun reato, lui va in escandescenze e ferisce anche, lievemente, due militari. Per questo Rosario Specioso, incensurato, 47 anni di Pietraperzia - che avrebbe agito sostenendo di essere vittima di una presunta persecuzione da parte delle forze dell'ordine - è stato condannato a 5 mesi e 10 giorni di reclusione, con pena sospesa. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico di Enna Andrea Agate, secondo cui i due reati, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni volontarie, vanno ritenute due fattispecie delittuose indipendenti l' una dall' altra, pur se in continuazione tra loro. La sentenza è stata emessa per direttissima, ma con il rito abbreviato.

Dopo aver fatto irruzione negli uffici della stazione pietrina dei carabinieri, l' uomo avrebbe detto ai militari di voler essere arrestato. Dovevano arrestarlo così, senza alcuna apparente ragione. Ovviamente i militari hanno risposto che questo non è possibile, perché è una richiesta assurda e insensata.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X