Maxi truffa all'Inps per oltre tre milioni: 381 denunce a Enna

ENNA. E’ stata scoperta una truffa all’Inps di oltre 3,6 milioni di euro e sono state denunciate 381 persone accusate di aver ottenuto, con raggiri, indennità per malattia e disoccupazione. Tra i presunti responsabili, la guardia di finanza di Enna ha individuato il titolare di una ditta che opera nel settore agricolo, il suo consulente del lavoro e una collaboratrice. L’attività dell’imprenditore è stata sospesa per un anno, così anche quella del consulente del lavoro.

Secondo una prima ricostruzione dei finanzieri le assunzioni sarebbero risultate del tutto spropositate rispetto alla reale capacità operativa dell’azienda, alle dimensioni dei terreni ed ai redditi dichiarati.

Le fiamme gialle hanno inoltre sequestrato tutte le somme disponibili nei saldi dei rapporti finanziari, immobili e terreni, per coprire la somma frodata all’Inps. Dalle indagini sarebbe emerso che lo pseudo "datore di lavoro" agricolo non avrebbe adempiuto agli obblighi fiscali e contributivi, omettendo la presentazione della dichiarazione annuale me modello 770/S, quella del sostituto d'imposta ed il versamento dei contributi previdenziali, pari a 783mila euro.

Il nucleo investigativo lavoro dei Carabinieri ha avviato, inoltre, un’indagine sull’attività del fratello dell’imprenditore indagato.

"E opportuno precisare - dice Maria Sciarrino, direttore regionale Inps -, che le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Enna sono state condotte dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza sempre a stretto contatto ed in continua sinergia con la direzione regionale Inps Sicilia. L’Istituto, infatti, oltre a fornire agli inquirenti un utile apporto, sia in termini di conoscenza specialistica della normativa che di attività ispettiva, ha messo a disposizione dell’autorità giudiziaria i dati forniti dai propri sistemi informativi, nonché le analisi e gli studi condotti, proprio al fine di mettere in luce evidenti anomalie nel territorio, come la sproporzione tra la superficie coltivata ed il numero di lavoratori impiegati. All’importanza della sinergica attività svolta da carabinieri, guardia di finanza ed Inps è stato dato ampio risalto nel corso della conferenza stampa svoltasi oggi presso il Palazzo di Giustizia di Enna".​

© Riproduzione riservata