L'INCHIESTA

Leonforte, morte di una madre: medici nei guai

di

LEONFORTE.  Colpo di scena al processo per la morte di Gabriella Gallo, la giovane madre leonfortese che perse la vita a Palermo, dopo aver dato alla luce il suo terzogenito in un parto cesareo, a Leonforte, nel marzo del 2011.

A sorpresa la Procura fa slittare la requisitoria, che era in programma ieri, e chiede la modifica del capo d' imputazione a carico dei tre medici imputati con il rito ordinario, dinanzi al giudice Vittorio La Placa. Cambia la formulazione del fatto ma non il titolo del reato, considerato che l' accusa rimane omicidio colposo. In pratica ai tre medici imputati - i ginecologi Salvatore Conoscenti e Paolo Favazza e l' anestesista rianimatore Michele Politi - ora potrebbe essere contestato di "avere omesso di procedere tempestivamente e con somma urgenza ad isterectomia, imposta dalla presenza di placenta accreta e dell' emorragia massiva e irrefrenabile in atto, e all' avere ritardato l' intervento fino all' arrivo di un terzo e di un quarto operatore (in specie del dottore Antonino Muratore e del dottore Giuseppe Vitale)"; e "non essersi adoperati tempestivamente per l' approvvigionamento delle sostanze ematiche necessarie a fronteggiare l' emergenza sanitaria in atto".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X