MAFIA

Dia, faro sui clan di Catenanuova

di

CATENANUOVA. La Dia cancella dai propri radar ennesi lo storico clan di Villarosa, ormai inconsistente, inserendo al suo posto i gruppi di Catenanuova, dove è scontro aperto per il controllo del territorio tra Cosa Nostra e gli "stiddari" del clan Cappello. Altrove, gli equilibri mafiosi risentono dell' assenza di un capo.

È ciò che ha messo nero su bianco la Direzione investigativa antimafia, nelle pagine su Enna del rapporto che il ministro dell' Interno Angelino Alfano ha presentato al Parlamento per il primo semestre del 2015. Catenanuova subentra a Villarosa e va ad aggiungersi alle altre quattro città dell'Ennese con un clan autoctono. "Recenti attività investigative - scrive la Dia - hanno confermato il forte attivismo di vari gruppi criminali nello spaccio di stupefacenti, ove rimane comunque incontrastata la posizione del clan catanese dei Cappello. Al riguardo, l' operazione Lockout, ha fornito una chiave di lettura degli scontri connessi ai tentativi di Cosa Nostra locale per riconquistare il paese di Catenanuova, ove i citati gruppi catanesi si erano insediati monopolizzando il commercio degli stupefacenti".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X