TRIBUNALE

Centuripe, convalidatigli arresti dei coniugi D'Antoni

di

CENTURIPE. Convalidati gli arresti dei coniugi Alfio D' Antoni, pregiudicato già sottoposto alla misura della sorveglianza speciale, e Corradina Saitta, entrambi catanesi di 41 anni arrestati dai carabinieri mentre si prendevano cura di una piantagione, di 160 piante di marijuana, in contrada Vallone di Fontana Murata.

Sulla base degli atti giudiziari nella piantagione "la coltivazione avveniva a ciclo continuo". D' Antoni, che si è avvalso della facoltà di non rispondere e rimane in carcere ad Enna, per il Gip del Tribunale di Enna Francesco Paolo Pitarresi è "stabilmente inserito negli ambienti della criminalità organizzata", con precedenti in materia di stupefacenti e armi clandestine. La Saitta, che ha dichiarato di avere solo accompagnato il marito, è stata sottoposta all' obbligo di dimora a Catania.

L' 11 agosto i carabinieri, oltre alla piantagione avevano sequestrato il laboratorio dove la droga veniva lavorata. Avevano trovato concimi e diserbanti tra cui varie fiale di sangue di bue e 88 grammi di marijuana già essiccata, 14 semenzai composti da 150 celle di riproduzione con i germogli già sviluppati. Nella piantagione, un ettaro di un aranceto abbandonato, c' erano tracce di seminatura e di piante estirpate di recente.

DAL GIORNALE DI SICILIA. PER LEGGERE TUTTO IL QUOTIDIANO SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X