IL CASO

Enna, rotazioni "indigeste" al Comune: chiesto un vertice

di
LAVORO, rotazioni, Enna, Politica

ENNA. I rapporti fra amministrazione comunale guidata dal sindaco Maurizio Dipietro e personale dipendente non sono mai stati idilliaci. E dopo l' imposizione della rotazione degli incarichi il rapporto si è fatto ancora più difficile. Non poche volte gli amministratori hanno fatto intendere di non sentirsi per nulla appagati dall' attività della macchina amministrativa. E fino a questo momento solo il sindacato, e la Cgil in particolare, è sceso in campo a fianco dei dipendenti. Sul banco degli imputati principalmente dirigenti, funzionari e impiegati che operano nell' Ufficio tecnico.

E proprio da questo settore è partita una nota, sottoscritta da tutti, mancherebbe solo una firma, indirizzata al sindaco Dipietro e all' assessore al Personale Gianpiero Cortese. I dipendenti chiedono «un incontro chiarificatore perchè il rapporto ritorni ad essere improntato sulla massima fiducia e collaborazione». Tutti assieme sottoscrivono «l' amarezza e il disappunto per le continue dichiarazioni che gettano discredito su quanti operano nella struttura comunale e nell' area tecnica in particolare».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati