OSPEDALE CHIELLO

Bimba di un anno morì in corsia, 8 mesi ad un pediatra di Piazza Armerina

di

ENNA. Il cuore della piccola Simona, una bambina di poco più di un anno, cessò di battere il 14 ottobre 2010 in un letto dell'ospedale Chiello di Piazza Armerina.

Adesso per quella morte, provocata da una malattia congenita in condizioni di stress - un' iperplasia del surrene il cui quadro clinico, secondo la magistratura ennese, non sarebbe stato adeguatamente valutato e fronteggiato - è stato condannato a 8 mesi di reclusione per omicidio colposo un medico dell' ospedale piazzese, il dottore S.G., difeso dagli avvocati Carmelo Lisi e Cinzia Taschetta del foro di Catania, i quali hanno annunciato che presenteranno l'appello: «Siamo delusi dalle motivazioni della sentenza, in quanto il decidente non ha tenuto in considerazione i rilievi della difesa».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X